bianco e nero

come una foto. in bianco e nero. nessuna concessione al colore, alla spettacolarita', ai nuovi barbari. bianco e nero colori vividi dell'essenziale, solo l'autenticita' della forma. della sostanza. l'occhio vede e non si inganna.
"questo e' il mio segreto.
veramente semplice.
si vede bene solo con il cuore.
L'essenziale e' invisibile agli occhi."
Il piccolo principe. A.d.S-E.

lunedì 26 aprile 2010

l'irrequietezza è simile a una stella scintillante che scioglie i capelli ovunque si posi



la tristezza è un altro
che non si assapora
uno scaffale di stanchezza
disteso
sulle palpebre del sogno
e non si addormenterà simile a una farfalla.

Islam Samhan


infatti e' li', sul comodino, mi guarda, sono stanca, mi accarezza ma non ha ali. non mi addormento.

14 commenti:

lupo ha detto...

l'irrequietezza è simile al mio pelo che si rizza. Pulci in arrivo?

The Cunnilinguist ha detto...

credo che la tristezza come la gioia o la felicità sia sempre un qualche cosa che viene da dentro di noi e non dipenda da cause esterne.
a volte si vuole quello che non si può avere e questo genera tristezza...

credo fosse il buon Oscar a dire:
"La felicità non è avere quello che si desidera , ma desiderare cio che si ha?"
e credo abbia ragione.

pesa ha detto...

bellabellabella :-)))
un abbraccio

Rossa ha detto...

il desiderio nasce dalla mancanza. il desiderio è una spinta costante verso ciò che non si possiede. è il desiderio che ci mette in moto e che nutre la passione. probabilmente non sarò mai felice. se non per brevi momenti.
forse il buon Oscar non parlava di sè, parava per gli altri. anche lui non scerzava affatto in quanto a desiderio, infatti diceva anche "Posso resistere a tutto tranne che alla tentazione". un conto è dire le cose sagge, un conto è esserlo veramente. tu desideri? certo che lo fai, e nel momento in cui desideri sei nella terra di passaggio verso qualcosa che non hai.

la tristezza a volte ci coglie improvvisa, a volte ce la coltiviamo prorio come un orticello. questa mattina sentivo una canzone di fossati: "sono colpevole d'aver nutrito
l'amore e altre deviazioni
come la malinconia
come la nostalgia". eccomi!!

Rossa ha detto...

si bella. della mia taglia. comprata sabato facendo shopping. mica solo scarpe con i tacchi, anche perle di tristezza..

Rossa ha detto...

si bella. della mia taglia. comprata sabato facendo shopping. mica solo scarpe con i tacchi, anche perle di tristezza..

The Cunnilinguist ha detto...

vero...ma io desidero quello che ho :)
spesso ci incasiniamo per avere quello che non abbiamo...e poi scopriamo che avere non è così appagante come desiderare.

Rossa ha detto...

sicuro sicuro? desideri solo ciò che già hai...secondo me non la conti giusta. pensa un attimo alla tua vita. e sarai ben triste pure tu. io ieri sera lo ero così tanto, non dormivo, è stato bello trovare questa poesia tutta per me.

Rossa ha detto...

lupo lupo, sempre dissacrante. i lupi si preoccupano solo delle pulci? avranno anche altri piccoli motivi di preoccupazione..

lupo ha detto...

aah, la canzone di Fossati è LA MIA GIOVINEZZA

Rossa ha detto...

senti piantala...ma chi sei??
beh sono belle porca miseria. sono rivelazioni.

lupo ha detto...

altri motivi di preoccupazione? Lavarsi

Desire ha detto...

Irrequieta... lo sono sempre a fasi alterne... il desiderio è ciò che spinge le mie azioni e le mie voglie intrinseche... la felicità pura?? E' formata da brevi momenti che bisogna saper cogliere all'istante !!! Un saluto.. Desire

Rossa ha detto...

ciao Desire. la poesia è bella perchè lieve e delicata, parla di una tristezza che si posa come il tocco di una farfalla. a volte la tritezza arriva così, come la felicità di cui parli.
notte.