bianco e nero

come una foto. in bianco e nero. nessuna concessione al colore, alla spettacolarita', ai nuovi barbari. bianco e nero colori vividi dell'essenziale, solo l'autenticita' della forma. della sostanza. l'occhio vede e non si inganna.
"questo e' il mio segreto.
veramente semplice.
si vede bene solo con il cuore.
L'essenziale e' invisibile agli occhi."
Il piccolo principe. A.d.S-E.

sabato 10 aprile 2010

50mila lacrime e un sogno di mezza estate milanese che non c'e'



provo un senso di piacere a vedere del buon cinema italiano.
e' confortante.
e' anche importante.
perche' il cinema e' un buon veicolo di arte, emozione, interesse, cultura.
e' lo specchio di un modo di pensare.
e' spesso il riflesso di un modo di vivere.
e' un modo di comunicare privilegiato.
perche' e' completo e modulabile su piu' livelli, come una buona riflessione dovrebbe essere. come un linguaggio.
ho visto Happy Family di Salvatores e Mine Vaganti di Ozpetek.
il primo e' ambientato a Milano, la mia citta' e questo me lo ha reso familiare e intimo. e' esilarante in modo genuino e rende l'idea dell'ideazione creativa. per imitazione della vita e per sviluppo anarchico dei pensieri.i personaggi sono imprevedibili e fanno sempre pensare di essere li' per caso, come se ci fosse tutto un mondo sottinteso e camuffato..e cosi' e' in effetti. e' un film sulla felicita' per caso, come la vita.


il secondo e' ambientato a Lecce, una citta' che conosco, magica e fatata come poche al mondo. e' la citta' della luce, del tufo mangiato da vento, del silenzio dell'una al sole del sud. e il film e' magico e intenso allo stesso modo.
non e' tanto quello che dice questo film che ha un senso. e' come lo dice. e' il suo codice cha affascina.
e' un film popolato da personaggi incredibili, come una Ilaria Occhini di una bellezza anziana che non ha parole, folgorante con una scena iniziale di una sposa di un bianco accecante e cieco, animato da una commozione tenera e innamorata pervadente.
e' un film abitato da Tommaso, interpretato da Scamarcio, che vuole scegliere, scegliere di essere libero, scegliere di fare lo scrittore. e lo capsico. anche io vorrei. scrivere, sempre.
e' un film sottolineato da una colonna sonora che mi fa impazzire di gioia.
oltre a un sogno di patty pravo e anche a un pensiero stupendo in una scena di intesa senza parole...ascoltate 50mila lacrime di Nina Zilli e poi mi dite.
sto ancora ballando, davanti allo specchio, come piace a me. e anche a Scamarcio, che non guasta!!

Cinquantamila lacrime
non basteranno perchè
musica triste sei tu dentro di me.
Cinquantamila pagine
gettate al vento perchè
eterno è il ricordo, il mio volto per te
Non ritornare,
no tu non ti voltare,
non vorrei mi vedessi cadere.

A me piace così,
che se sbaglio è lo stesso,
perchè questo dolore è amore per te.

Cinquantamila lacrime
senza sapere perchè
sono un ricordo lontano da te.
Cinquantamila lacrime
non basteranno perchè
musica triste sei tu dentro di me.
Non mi guardare,
non lo senti il dolore,
brucia come un taglio nel sale.

A me piace così,
che se sbaglio è lo stesso,
perchè questo dolore è amore per te.

A me piace così,
e non chiedo il permesso,
perchè questo dolore è amore per te.

http://www.youtube.com/watch?v=lSxmnCpqYmY

25 commenti:

pesa ha detto...

che voce la zilli! anche il testo è interessante, ma quella voce...
poi ripasso quando ho visto i film, grazie della segnalazione.
alla prossima

lupo ha detto...

"Mine vaganti" é stato scritto da lo stesso Ozpetek in collaborazione con Ivan Cotroneo. Per maggiori dettagli dovresti chiedere a fabrax, è una malata cronica di cinema. Non posso aggiungere altro perchè entrambi i film non li ho visti

Rossa ha detto...

pesa, ciao. vai vai e poi mi dici. ho visto "concerto". abbastanza...ma il concerto finale merita un applauso. Ciajkovskij poi non ne parliamo.
ma la zilli..la zilli..

lupo. ciao. grazie per l'indicazione "fabrax", la terrò presente. ma, in generale, devo dire che nel vedere film, oggetti, persone ecc., mi baso sui miei occhi e i miei sensi. i dettagli tecnici mi interessano sempre un po' meno. però grazie lo stesso. vai anche tu a vederli e poi torna..

Desire ha detto...

Mine vaganti l'ho visto, ed è stato molto bello, molto introspettivo e avanti come di solito sono i film di O.,Happy Family devo ancora vederlo.. ma venerdi ho visto Basilicata coast to coast di e con Rocco Papaleo e con Gassmann ecc.. guardalo se puoi.. è bellissimo!!!!

Rossa ha detto...

Desire, ciao!! sei venuta a trovarmi, grazie. e grazie dell'indicazione, ho visto i promo e sono incuriosita anche da questo film italiano. ti farò sapere se ho modo di vederlo. si O. è avanti, è avanti nel modo di raccontare. sa essere ironico e spesso alla stesso tempo. sai cosa mi piace molto dei suoi film? la coralità. è sempre pieno di queste scene intorno ai tavoli, cene, incontri, feste, persone. sempre. mi piace questa sua visione del tempo insieme.

Clever Bastard ha detto...

io non sono così colto...questo fine settimana ho guardato "The Boat That Rocked" (in Italiano I love Radio Rock) e Bruno
aspetto il prossimo post...più alla mia portata (spero ;))

Rossa ha detto...

uffa quando fai così che nervi...I love radio rock è un film strepitoso. mi è piaciuto da impazzire. mi ha divertito fino alle lacrime. una vera perla. la scena in cui padre e figlio litigano sott'acqua sui dischi da salvare è memorabile, insieme a molte altre. bruno non lo conosco, che film è?

Clever Bastard ha detto...

si è un film spettacolare...

Bruno è troppo idiota credo...ma lo amo.
Hai presente quello che fece Borat? L'attore è Sacha Baron Cohen...uno completamente fulminato

Rossa ha detto...

si si ho capito che film è e avevo visto Borat. lui è un fenomeno ma non l'ho visto in Bruno. certo lo ami, cuore grande il tuo amico Kermit..

Clever Bastard ha detto...

si, lo amo perchè alla fine lui è un po' come vorrei essere io...fare le cose senza preoccuparmi delle reazioni della gente...invece temo sempre di ferire qualcuno...

Rossa ha detto...

ma questa è una condizione necessaria alla vita. ne stai parlano sul tuo blog e non solo, io non credo si possa essere sempre sinceri. per me la sincerità a tutti i costi non è un valore. è una liberatoria per se stessi. è un lasciapassare senza pensiero. so che non la pensi come me ma non credo esista la verità da somministrare a colazione. penso ci sia un modo e che il modo debba sempre tenere in considerazione qualcosa che non ha a che fare con la presunta nostra verità, ma anche con la verità dell'altro. come diceva de andrè,
"Io forse ho confuso il piacere e l'amore ma non ho creato dolore".

chiodofisso ha detto...

Ozpetek...1...2...3...4 film...poi iniziano a spaccare un po' i maroni...cambiano le storie, ma le sue immagini, la fotografia, le situazioni, diventano quasi più autocelebrazione che altro. Non dico che non mi piaccia, ma la creatività cinematografica se l'è bella che scordata. Facci caso e troverai sequenze molto simili in tutti i suoi film...du palle!
Comunque brava la Zilli, ma Giuliano Palma???? IDOLO!
Ciao Rossa!
Tuo Chiodo.

Clever Bastard ha detto...

ho sempre pensato, invece, che la sincerità sia un valore.
credo che una persona sicura di se, con la giusta quantità di autostima, ami ricevere un giudizio sincero.
io, ad esempio, lo amo.

e vado sempre "fuori tema" :)

Rossa ha detto...

certamente ha un suo codice, riconoscibile. ha una narrazione che si ripropone. ma questo film racconta. e il godimento sta proprio nella narrazione. la ripetitività forse sta nella coralità, ripropone storie di gruppi, di interni, di persone, di gay...è vero. ma ti assicuro che in questo film c'è lecce dietro, e si respira. c'è saggezza dentro, e la si vive. io ho goduto. si.
Ciao CHIODO.
tua Rossa

lupo ha detto...

un film che ti consiglierei di vedere è TALK RADIO di Oliver Stone, ha qualche annetto ma ne vale la pena

lupo ha detto...

come disse William Hurt nel film IL GRANDE FREDDO: "sono stufo di gente che svende la sua psiche per un po' di attenzione".
Un pezzetto di TALK RADIO lo puoi vedere sul lato destro del blog di fabrax "urlo soffice"

lupo ha detto...

che cos'é la verita? Ponzio Pilato glielo chiese a Gesù, 2000 anni fa, non ricevette risposta. Probabilmente nemmeno Gesù lo sapeva, forse perché anch'egli, era un imperfetto essere umano come noi

Rossa ha detto...

Talk radio lo conosco. mi ricordo la scena del monologo finale incazzato contro l'audience che spettacolarizza se stessa in modo osceno esaltando il proprio detrattore.
certo, nemmeno gesu' conosce la verita' e se non la conosce lui allora proprio non esiste. sono d'accordo con te.
per il resto lupo, citando kasdan, non so se parli della svedita della mia psiche o di qualcun altro, pero' fai il bravo...

Rossa ha detto...

non vai fuori tema Kermit. si parla di cio' che si ha voglia, il tema lo facciamo noi. io temo le persone sincere, a volte la sincerita' e' un insulto che non si sa trattenere. forse non sono sicura di me e non ho sufficiente autostima. il fatto e' che io capisco il tuo punto di vista e il tuo amare ricevere giudizi sinceri, ma temo tu non comprenda il mio.

lupo ha detto...

se tu mi fossi antipatica non commenterei sul tuo blog. Chi svende la psiche è qualcun'altro ed io mi sto divertendo moltissimo

Rossa ha detto...

ascolta lupo, mi fa piacere esserti sempatica e anche tu lo sei a me. se non fosse che accade nel mio blog io non mi permetterei mai, te lo assicuro. ma vedo in giro la tua antipatia per qualcuno e ti dico che secondo me, anche se ti diverti, non è un bel modo. scusami ancora ma mi sembra che tu stia protestando un po' qua, anche qui, e un po' là, forse oltre a divertirti sei molto infastidito, ma, ripeto, i contrasti non si risolvono provocando. ciao.

fabrax ha detto...

ciao Rossa, sono alla ricerca di un libro che tratti nello specificio di criminologia. Che possa spiegare dettagliatamente tutti i profili possibili nell'ambito del crimine violento. Hai presente il telefilm Criminal minds? Te lo chiedo perchè mi servirebbe per una futura sceneggiatura. Grazie

lupo ha detto...

ma sono buono sai?! Sono tanto tanto buono.
Se ti va, ti consiglierei di guardare ZEITGEIST che ho postato poco fa, ti avverto però che dura due ore. Vedi tu

Rossa ha detto...

olà Fabrax, ciao. non mi intendo affatto di criminologia, neanche per mestiere. mi dispiace. non credo di poterti aiutare. se dovessi ricordarmene parlando con dei colleghi e dovessi avere qualche indicazione te la passo, più che volentieri.
ciao

Rossa ha detto...

Lupo lupo, due ore!!! non so, ci penso...
si si, siamo tutti buoni, ma tutti, tranne in alcune specifche occasioni che dimostrano invece che nessuno poi lo è fino in fondo.
va là.
ciao