bianco e nero

come una foto. in bianco e nero. nessuna concessione al colore, alla spettacolarita', ai nuovi barbari. bianco e nero colori vividi dell'essenziale, solo l'autenticita' della forma. della sostanza. l'occhio vede e non si inganna.
"questo e' il mio segreto.
veramente semplice.
si vede bene solo con il cuore.
L'essenziale e' invisibile agli occhi."
Il piccolo principe. A.d.S-E.

lunedì 31 gennaio 2011

stilla

caldo
intimo
rilassante
aria blu quasi azzurra
respiro liquido poi denso
battito
solitudine profumata e levigata
pelle bambina porosa liscia
accudimento
gocce di sudore balsamico
nuda guardo tocco accarezzo
saponi unguenti tessuti umidi caldi
capelli unghie curve seno fianchi cosce
desiderio masturbazione
il mio corpo dentro, me viscerale, le mie mucose, ovunque, sangue e cuore
mio interno da sentire penetrare
godimento
introflessioni del corpo le mucose sensitive
uomo fuori donna dentro
uomo esterno donna interna
io dentro, tutti i sensi.
batte il cuore accelerazione eccitazione da batticuore
decelerazione pausa
una pausa
pause di godimento arresto del pensiero
concentrazione non esclude il pensiero
momento senza mente
solo uno, quello.
trattamento del sultano
regalo sublime
spuma di sapone acqua di rose e petali corpo mani e piedi
orgia di sensazioni
venuta di attenzioni


"È da molto che sogno di andare all'hammam. Faccio la doccia ogni mattina, ho una cura quasi ossessiva della mia igiene personale, eppure mi sento sporco. Mi manca l'hammam. Più che nostalgia dell'infanzia, anni avvolti nel vapore e intrisi di immagini sfocate, un tempo in cui l'innocenza ci permetteva di accompagnare le nostre madri in quei luoghi di ambigua intimità, il bagno moresco è uno spazio privilegiato, una specie di segreto che ogni bambino marocchino custodisce gelosamente nella propria memoria." (Tahar Ben Jelloun, Hammam)

9 commenti:

Blog Surfer ha detto...

incredibile : son le stesse parole che pronunciava silvio a ruby. ;)

Rossa ha detto...

non so se ridere o offendermi!!

monteamaro ha detto...

Il primo incontro con Ben Jelloun, è stato con "Creatura di sabbia."
La sua penna si muove in mondi a volte terribili, oppure, come di fiaba. Ma sempre affascinanti!
Ciao Rossa!

pesa ha detto...

hai già affrontato l'argomento massaggio/relax e anche l'altra volta avevi narrato di una 'deriva' se[n|s]suale.
intuitivamente pongo il relax in un punto diametralmente opposto a quello che rappresenta l'eccitazione.
perndo a prestito i tuoi stessi termini per immaginare che il relax ci porti fuori da noi stessi, ci 'alleggerisca' nel corpo e nella mente. mentre l'eccitazione ci porta dentro di noi, a concentrarci su noi stessi. concentrarci metaforicamente anche nel senso di densità/massa.
certo, ci sono momenti in cui il massaggio è sentiero per un 'contatto' più appassionato e profondo, ma è una caso particolare, riservato solo a pochi, non pensabile o realizzabile genericamente.
per i colori... anche questa volta parli di blu... credo di avertelo scritto anche allora, per me è bianco, come nebbia, senza profondità, senza dimensioni, il nulla... bianco. il mio relax è tutto bianco.
alla prossima

pesa ha detto...

perndo=prendo
sorry :-)

Rossa ha detto...

anche per me è stata la creatura di sabbia a mettermi in contatto con Jelloun. e sono d'accordo, sa essere magico e terribile allo stesso tempo. "il libro del buio" è un libro spaventosamente terribile.
a presto

Rossa ha detto...

eppure è nel rilassamento che una donna raggiunge il massimo dell'eccitazione. è la capacità di lasciar andare che consente il lasciar entrare. non so se il rilassamento porti fuori e la concentrazione dentro come dici tu, magari hai ragione, non ci ho mai pensato in questi termini. il mio donna dentro e uomo fuori si riferiva alla posizione degli organi sessuali e all'introflessione dell'una e all'estroflessione dell'altro. sono due posizioni differenti, fisica e mentale. a me sembra che il rilassamento favorisca la concentrazione su di se, soprattutto in termini fisici sessuali.

laliebredemarzo ha detto...

Anche per me, come per Pesa, è il bianco il colore del relax. Bianco come somma di tutti i colori e come perdita delle definizioni. Spazio onnicomprensivo.
Creatura di sabbia mi piacque molto, questo invece non l'ho letto.
Ciao!

Rossa ha detto...

io non ho in verità definito un colore per il relax. ho solo scritto che nell'hammam l'aria è azzurra, densa di vapore. io non so che colore abbia, ma è chiaro, ed è il chiaro, che lo ha per te!
nemmeno io ho letto questo libro, mi è servito solo da spunto per dichiarare, alla fine della mia descrizione, che si trattava di un hammam. ciao i. a presto