bianco e nero

come una foto. in bianco e nero. nessuna concessione al colore, alla spettacolarita', ai nuovi barbari. bianco e nero colori vividi dell'essenziale, solo l'autenticita' della forma. della sostanza. l'occhio vede e non si inganna.
"questo e' il mio segreto.
veramente semplice.
si vede bene solo con il cuore.
L'essenziale e' invisibile agli occhi."
Il piccolo principe. A.d.S-E.

lunedì 23 dicembre 2013

è questo che ti lascio

andate a una festa di natale.
e notate. le donne bevono, più degli uomini, e, spesso, si ubriacano.
belle e brutte, single e ammogliate, senza differenze.
fumano e bevono.
nelle adolescenti poi questo è un dato veramente allarmante. alcol fumo e distruttiva schiavitù -non libertà- sessuale.
uno spettacolo desolante, una parità che ci fa povere di mente.
infatti il primato della depressione non ce lo toglie nessuno.
buon natale.

 ...
Anch’io sono di quelli che dicono, di fuori,
il sì della necessità, ma nutro, dentro, il no.
Così è stato il mio tempo. Gira l’occhio
dolce al nostro crepuscolo amaro.
Il pane è fatto pietra, l’acqua fango,
la verità un uccello che non canta.
È questo che ti lascio. Io conquistai il coraggio
d’essere fiero. Sfòrzati di vivere.
Salta il fosso da solo e fatti libero.
Attendo nuove. È questo che ti lascio.


Kriton Athanasulis
Brano dal mio testamento

6 commenti:

corte sconta ha detto...

Athanasulis..hai fatto centro.Bellezza,determinazione,bilanciamento,passione e..la tenerezza che pervade "Suzanne"di Faber o,se preferisci,del grande "straccivendolo del cuore" L.Cohen.Questo è il mio augurio per te.Ciao,a presto.

Rossa ha detto...

non ti ho ancora ringraziato per l'augurio, se ho capito bene mi auguri bellezza e passione e tenerezza? cosa potrei voler di più, di cosa potrei avere più bisogno?
buon anno ancora
Rossa

Brando Bianco ha detto...

L'aria era fredda, il fiato entrava dritto nei polmoni come un'unica lama. chi conosce il vento sa che non c'è alcun modo per difendersi dal suo rigore, bisogna dimenticarlo. A ogni passo mi guardavo intorno e mi dicevo "come ho fatto per tanto tempo a sopportare la lontananza da tutto questo?"
Per anni avevo vissuto come un clone di plastica, avevo scordato l'odore della terra e delle sue stagioni, il rumore dei passi sul suolo gelato. Avevo dimenticato l'istante brevissimo in cui si manifesta la gioia, l'essere cosa tra le cose create, respiro tra ciò che ti respira intorno.

Rossa ha detto...

si, ciao Brando Bianco.
chi citi?
e perchè lo scrivi qui in questo commento?

Brando Bianco ha detto...

Ti leggo da molto anche se nell'oblio dell'assenza di commenti. E' difficile unirsi alla notevole quantità di complimenti dei fans, plurale che è quasi maiestatico.
Scrivo qui perchè qui o altrove alla fine non cambia perchè anche il mare è un'enorme vasca da bagno universale.
Rammentando un tuo post dove dici di non essere attratta dalla natura cito anima mundi.
Non so bene il perchè così come di molte altre cose d'altronde ma accetto il fatto che il mio rendermi visibile sia stato qui ora ed in questo modo.

Rossa ha detto...

ah caspita che commento!
non ho letto anima mundi e non so se mai lo leggerò, la sua autrice non è tra le mie favorite. anzi, sono un po' diffidente, lo devo proprio dire.
però tu hai una memoria notevole, o quanto meno leggi attentamente.
qui o altrove non è lo stesso, secondo me, ma l'importante è aver scritto per uscire dall'oblio. tuo, non mio, ovviamente.