bianco e nero

come una foto. in bianco e nero. nessuna concessione al colore, alla spettacolarita', ai nuovi barbari. bianco e nero colori vividi dell'essenziale, solo l'autenticita' della forma. della sostanza. l'occhio vede e non si inganna.
"questo e' il mio segreto.
veramente semplice.
si vede bene solo con il cuore.
L'essenziale e' invisibile agli occhi."
Il piccolo principe. A.d.S-E.

sabato 4 giugno 2016

Milano libera di parcheggiare

ci tengo molto moltissimo a segnalare all'attenzione del mondo questo candidato della lista civica Parisi per una Milano Unica.
davvero Unica.
assolutamente Unica.
il sig. Federico Figini, che mi ringrazierà per la pubblicità che procuro alla sua campagna elettorale, ha costruito con competenza politica e grandissima passione per la cosa pubblica una proposta basata sulla libertà di parcheggio.
"per chi vuole l'auto sotto casa", cita il suo volantino.
sono contenta che il desiderio di una polis ricca, generosa e capace di sostenere un ruolo sociale e civile di alto livello, a cui l'Europa ci chiama data l'elevata consapevolezza raggiunta da questa città, Unica appunto, si snodi e si realizzi attraverso proposte politiche di questa taratura.
se qualcuno pensava che forse in questa città si è già un po' troppo liberi di parcheggiare, magari selvaggi?, e che le doppie file, che le macchine sui marciapiedi, che le macchine dislocate ovunque, sulle aiuole, sulle radici degli alberi, sui passaggi pedonali fossero segno di un sovranamente alto livello di libertà, si sbagliava.
qui, in questa città Unica, si può fare molto di più.
per chi vuole l'auto sotto casa, e mica cotiche, ci pensano Parisi e la sua lista.
ascoltate, vi prego, questo candidato, che propone il suo programma in 4 punti, chiari, precisi, senza sbavature nè tentennamenti.
immagino una sostanziale e radicata preparazione sociale e culturale alla base di questo pensiero politico, sottolineo un'enorme consapevolezza dei problemi della città, suppongo un pulsante cuore che lo vede vicino alle reali esigenze della popolazione (mica le brioche invocate da Maria Antonietta), evidenzio una passione vivida e sincera verso la prassi comunitaria.
è questo che chiedevamo alla nostra città, libertà, libertà, è forse partecipazione?, no, è libertà di parcheggio per tutti, senza distinzione di religione nè di razza, per ebrei e musulmani, per neri e cinesi, per curdi e marocchini. siamo mica razzisti noi, in questa città Unica.

parcheggio, per chi per me ma no per tutti. 

2 commenti:

marco eugenio ha detto...

!!!

Rossa ha detto...

ebbene si caro Marco...