bianco e nero

come una foto. in bianco e nero. nessuna concessione al colore, alla spettacolarita', ai nuovi barbari. bianco e nero colori vividi dell'essenziale, solo l'autenticita' della forma. della sostanza. l'occhio vede e non si inganna.
"questo e' il mio segreto.
veramente semplice.
si vede bene solo con il cuore.
L'essenziale e' invisibile agli occhi."
Il piccolo principe. A.d.S-E.

martedì 23 agosto 2011

fammi abbracciare una donna che stira cantando


allora: tornando domenica, sola in macchina, musica -quella che passava il convento- a palla.
e l'abitacolo si inonda di umberto tozzi.
"il guerriero di carta igienica", si mormora nel testo.
il testo: ti amo.
un miracolo di canzone.
in gergo, dalle mie parti, dicasi un'insalata di parole. disorganizzazione del pensiero.
machissenefrega. ammore e loggica non combaciano mai, no??
e vai a squarciagola. la so a memoria, e chi se la dimentica più...
"se viene testa vuol dire che basta: lasciamoci". ovvero?
"oggi ritorno da lei (ti amo, ti amo, ti amo, ti amo) primo maggio, su coraggio!"
te ne vai? per motivi sindacali?
no no, non è come sembra,
"nel letto comando io. ma tremo davanti al tuo seno", e ti dirò di più
"l'amore che a letto si fa (ti amo, ti amo) rendimi l'altra metà."
a questo punto sarei anche confusa, e preoccupata di averla combinata grossa, ma
"dammi il vino leggero che hai fatto quando non c'ero (e le lenzuola di lino...)" e
"fammi abbracciare una donna che stira cantando"
mi restituiscono alla fine il senso di tutta una vita d'amore.
e non sto scherzando.
ci sarebbe anche
"dammi il sonno di un bambino. (ti amo, ti amo, ti amo, ti amo)
che "ta" sogna cavalli e si gira (e un po' di lavoro)"
a rendere di nuovo tutto nebuloso e ambiguo, ma non mi sembra il caso di perdersi dietro a dettagli che non aggiungono nulla a questo immenso melodico mondo.
cantavo e cantavo a voce stonata e altissima, come solo io e io rigorosamente da sola so fare, e mi chiedevo se un mio guerriero avrebbe mai potuto abbracciare una donna che guida cantando...



18 commenti:

S. ha detto...

no, proprio non credo.
semmai ti urlerebbe di guardare avanti tenendosi inchiodato al sediolino e rinfacciandoti pure di essere un pericolo pubblico...almeno per me così e'.
invece se mi trovasse stirare cantando...avrebbe un orgasmo da paura...finalmente sarei la moglie perfetta!!!!

nonsòchecazzom'èpreso ha detto...

in entrambi i casi mi metterei a cantare e, forse, a stirare, sicuramente a guidare.

fabrax ha detto...

questo "capolavoro" vinse una edizione del Festivalbar

Rossa ha detto...

no no il mio guerriero è dolce come il miele...non mi direbbe mai così!!
per lo stiro, ti dirò, non mi dispiace affatto, stirare mi rilassa.

Rossa ha detto...

nonsoche buongiorno, ma tu sai stirare? una risposta onesta per favore...

Rossa ha detto...

ehh Fabrax, bei tempi, una volta vincevano davvero le canzoni migliori!

lupo ha detto...

chi ha scritto il testo, è stato il primo a non capirci un casso

Rossa ha detto...

forse anche quando si capisce non si capisce un casso comunque.
come va super lupo?

nonsòchecazzom'èpreso ha detto...

Sì so stirare.
M'incavolo un pò sulle pieghe delle maniche di camicia.

Rossa ha detto...

quello è un passaggio delicato...

nonsòchecazzom'èpreso ha detto...

Lo so e preferisco altri passaggi delicati. Buongiorno [che maleducato, mi scuso]

lupo ha detto...

caldo a parte, bene

Anonimo ha detto...

ciao Rossa!
Ti ritrovo a cantare questa camzoncina, l'ho sempre considerata na ciofeca colossale, ma cantata da te dev'essere meglio che cantata dal "naso" di Tozzi.
Cattiva? ;)
Baci
laliebredemarzo (Irene)

Rossa ha detto...

Uuuhhh, dai l'Irene marzolina! ciao!! come puoi dire na ciofeca...un capolavoro!! cantata da me un'agonia..
come stai?

il giardino di enzo ha detto...

Anche io so stirare, e all'occorrenza mi cimento volentieri con camicie e lenzuola.
Questa canzone mi riporta al Bagno Lido (Tirrenia - Pi), ero giovanetto e la suonavo a Giulia, una ragazzina down che stava sempre con noi.

Devo dire che non ritenevo Umber Totozzi fra i tuoi preferiti :))
Salutoni Rossa!

Anonimo ha detto...

Sto bene, Rossa. Indaffarata e strapiena di impegni, è stata una stagione intensa. Spero che anche tu stia bene.
Purtroppo ho dovuto chiudere l'avventura con Blogger, ma ti leggo spesso ugualmente. Sei stata uno dei pochi incontri piacevoli qui.
Ciao!
Irene

Rossa ha detto...

potrei dirti che non lo sapevo nemmeno io Enzo, ma mentirei. le canzonette mi sono sempre piaciute!!
Ciao!

Rossa ha detto...

ma sono contenta tu stia bene! io stavo meglio a luglio, ora un po' di cose mi abbattono. mi riprenderò.
mi dispiace molto tu abbia chiuso il blog, per me è un buon posto dove pensare, torna a trovarmi più che puoi.
baci